Stato di dittatura

Ti solletica l’idea di una massa di persone in divisa che scandisce il tuo nome? Ti piacerebbe ammirare una parata militare dall’alto del balcone del tuo palazzo? Ti intriga il solo pensiero che ciascuno possa vedere il tuo brutto muso stampato su mediocri oleografie affisse per tutto il tuo Paese? Ti piacerebbe disegnare uniformi e inventare titoli onorifici, o cambiare il nome alle città e ai mesi? Pensi che le cose andrebbero meglio se tu fossi al potere? Vorresti tenere nelle tue mani il destino di un’intera nazione? Gradiresti che queste domande retoriche finissero?

Se la tua risposta è sì, allora questo manuale è quello che fa per te.

Cose che puoi fare essendo dittatore

  • Non pagare le tasse
  • Arrivare tardi al lavoro
  • Avere sempre un’automobile disponibile
  • Darti da solo delle medaglie
  • Introdurre nuove lettere dell’alfabeto come Þ o Ƨ
  • Circondarti di donnine allegre
  • Uccidere, rapire, violentare indisturbato
  • Affondare barche
  • Fare incazzare il Papa
  • Fare incazzare Europa
  • Andare contro la Costituzione
  • Spararla grossa e dire; io mi dissocio
  • Farsi fregare il pupazzetto di Zorro all asilo “si sa che Zorro è extracomunitario”
  • Dire assurditá mentre tutti ti danno ragione
  • Fare il pagliaccio di fronte a dignitari stranieri
  • Fregartene dei giudici e quiiindii io a casa mia…
  • Avere problemi di razionalità e moderazione

Se ordite un colpo di Stato contro un regime che opprime delle minoranze, una volta che sarete al potere queste potranno essere una riserva di guardie fedeli; al contrario, se ci sono delle minoranze che per motivi personali o politici vi sono avverse, le potete usare come comodi capri espiatori, ma attenzione: al giorno d’oggi è sempre piú opportuno segregarle e discriminarle (usandole come risorse umane sottopagate) piuttosto che sterminarle bellamente, un po’ per evitare ingerenze umanitarie  da parte degli USA, un po’ per non finirli subito ed esser costretti a cercare altra gente da colpevolizzare.