chef consulenza » Come diventare consulente per la ristorazione

Come diventare consulente per la ristorazione

ristorante a londra che non esiste

Definire chi è e cosa fa un Food and Beverage Manager non è semplice. Spesso parlando di questa figura professionale si può andare incontro a dibattiti controversi.

In effetti la sua potrebbe essere definita una nuova professione. Ecco perché ho deciso di scrivere questo articolo (anche perche si fa confusione dei ruoli)

Il Food & Beverage Manager è il professionista che coordina e supervisiona tutte le attività legate alla ristorazione in hotel e altre strutture ricettive. Grazie alle sue competenze manageriali, pianifica il budget, si occupa dell’approvvigionamento delle materie prime, gestisce il personale e controlla la qualità di cibi e bevande serviti.

L’obiettivo è gestire l’attività di ristorazione in modo economicamente efficiente e fornire ai clienti un servizio di alto livello, in linea con l’immagine e la reputazione del locale.

Cosa fa un Food & Beverage Manager, più nel dettaglio?

Come prima cosa, il Food & Beverage Manager si occupa di pianificazione economica dell’area F&Breparto colazioni, ristorante, bar e banchetti. Definisce il budget, stima le risorse economiche necessarie per gli approvvigionamenti di cibi e bevande (contrattazione con i fornitori, gestione ordini, ricevimento merci, stoccaggio in dispense e celle frigorifere) e adotta strategie per il controllo dei costi.

Perché è fondamentale ingaggiarne uno per il proprio evento?

Sicuramente, nei panni di un Food and Beverage Manager potresti rivelarti un ottimo alleato della gestione economica.

Collaborerai con la direzione generale per la definizione di obiettivi specifici (come i volumi di utenza o i margini di contribuzione) operando nella scelta delle strategie, delle tattiche e dei metodi da adottare per raggiungerli.

Ha il compito di garantire il rispetto dell’immagine della struttura dal punto di vista dell’efficienza e degli standard qualitativi.

È una figura dinamica e versatile, qualità che ne decretano senza dubbio il successo. Se vuoi intraprendere questa carriera devi tenerne bene a mente i compiti e le attività.

Il F&B Manager deve occuparsi anche della gestione della brigata di cucina, di sala ristorante e bar, e controllare che tutto proceda senza intoppi: deve garantire che ci sia personale sufficiente al normale funzionamento dell’attività e coordinare tra loro i vari reparti e responsabili. È la figura di riferimento per l’Executive Chef e il Maitre di sala per organizzare il lavoro di cuochi, Chef de Partie, aiuto cuochi, camerieri, Chef de RangSommelierBarman, assegnare le mansioni e gestire turni e sostituzioni. Può intervenire inoltre per le nuove assunzioni e il training del personale dell’area Food & Beverage.

All’interno di un ristorante, il Food & Beverage Manager è anche la figura responsabile del servizio banchetti – per matrimoni, ricevimenti, cene di gala, colazioni di lavoro e meeting. Incontra i clienti per creare insieme un menù personalizzato per l’occasione, facendo in modo che le portate e le bevande siano coerenti tra loro, adatte all’evento e in linea con l’offerta gastronomica del ristorante. Supervisiona la preparazione della sala e dà le direttive al personale per garantire agli ospiti un servizio di alto livello durante tutto il banchetto.

Come diventarlo: le qualità indispensabili (lasciate stare finte università e corsi online)

Ecco quali sono le più importanti:

  • Controllo degli standard di qualità dei prodotti e servizi (ad esempio è opportuno effettuare sopralluoghi sul luogo dell’incontro. Anche controllare l’igiene di locali, strumenti da cucina e impianti per la preparazione, conservazione e consumo di cibi e bevande è fondamentale)
  • Organizzazione di eventi particolari, quali buffet, meeting, congressi ecc. (ad esempio supervisionando i menù o l’allestimento dei piatti)
  • Servizi personalizzati (controllando il servizio banchetti, le riunioni e le colazioni di lavoro in qualità di promotore e di fornitore del servizio stesso)

competenze in materia economica.

Eccone alcune da tenere a mente per attuare una strategia vincente:

  • Definire il budget delle attività di ristorazione: è opportuno preventivare costi diretti e indiretti
  • Definire i prezzi di vendita
  • Controllare il costo delle materie prime utilizzate nella produzione di cibi e bevande e gestire i fornitori
  • Coordinare la gestione della cassa
  • Analizzare il fatturato e il rispetto del budget
  • Predisporre report periodici (in questo caso è meglio che tu conosca software gestionali di contabilità)

Segui un corso specifico

Appurato che le competenze sono fondamentali, tocca quindi a te agire affinché tu possa raggiungere un livello eccellente.

Con un corso di food and beverage manager adeguato potrai imparare a:

  • gestire i vari reparti del settore
  • conoscere la disposizione delle sale, utile per la gestione ottimale degli spazi per eventi
  • conoscere le necessità degli ospiti della struttura
  • apprendere le strategie di creazione del menù per offrire un’esperienza unica al cliente
  • imparare a scegliere le materie prime ed i fornitori massimizzando i profitti
  • avere capacità di leadership per gestire le risorse e la loro preparazione
  • conoscere a menadito le procedure del servizio e del lavoro di ogni singolo membro del team in modo da renderlo operativamente funzionale e profittevole per l’attività complessiva

Puoi trovare il corso in food and beverage manager più adatto a te in molte città. il mio consiglio è di trovare Chef esperti e titolati (non webchef o blogger)

se cerchi su google ristorante falso londra troverai diversi articoli su un ristorante che non esiste.quindi prima di verificare con mano l’esistenza e le capacità del eventuale consulente