10 trucchi contro le zanzare

 

I rimedi contro le zanzare non sono mai abbastanza: eccone 10 geniali, benefici, naturali e, soprattutto, che funzionano davvero

Odiosa per sua stessa conformazione nonché deformazione professionale, la zanzara, nota sanguisuga volatile, riesce a rovinare i tramonti sul mare, gli aperitivi in spiaggia, le cene all’aperto e ogni garden party che si possa definire tale. 

Perché dove c’è en plein air, prato, alberi e frescura, ma anche asfalto, tavolini e due bicchieri di vino fresco, o un letto con le finestre aperte ci sono pure loro, le temute mosquitos.

Ecco 10 modi infallibili per tenere alla larga questi vampiri e godersi l’estate come si deve.

1 Diffondete nell’aria profumo di caffè

Le zanzare temono il caffè più di quanto non faccia l’insonne cronico. 

I chicchi e, meglio, la polvere macinata hanno un effetto repellente davvero efficace contro questi odiosi insetti. 

Bruciate un po’ di caffè in polvere e vedrete che la stanza si svuoterà in men che non si dica di ronzii molesti. 

Inoltre l’aroma tostato sarà un piacevole effluvio per le vostre narici da coffee-addict. 

Per impiegare il caffè anti-mosquito all’aria aperta, conservate i fondi della moka e innestateli in giardino o sui vasi del balcone: i vostri vicini non si spiegheranno come mai la nuvola ronzante aleggia solamente da loro, dribblando casa vostra.

2 Posizionate in giro limone e aceto

Altri due ingredienti basilari per la ricetta anti-zanzara sono il limone e l’aceto. 

Entrambi possiedono un odore così intenso da riuscire a scacciare gli insetti anche se usati singolarmente, tuttavia il rimedio top consiste nello shakerarli assieme. 

Tagliate qualche fettina di limone e cospargetela di aceto bianco: un cocktail davvero micidiale per le mosquito! 

Che mai rimetteranno piede nel vostro “bar”.

3 Mettete cipolla e chiodi di garofano (in giardino)

Sempre della serie “Olezzi non graditi dalle signore ronzanti”, la cipolla e i chiodi di garofano si piazzano se non sul podio per lo meno nella top five. 

Tritate mezza cipolla e infilate nella polpa qualche chiodo di garofano: la combinazione di odori terrà a debita distanza gli ospiti non graditi d’estate.

Una soluzione che è meglio adottare all’aperto piuttosto che in camera da letto. ?

4 Piantate l’aglio in terrazzo

Il rimedio numero uno per tenere alla larga i vampiri poteva non funzionare per i loro esemplari in scala? 

Certo che no! L’aglio è perfetto per il rito apotropaico del vade retro zanzara. 

Piantatene generosamente in giardino o in terrazza e buttate pure via la scorta a vita di zampironi che vi eravate fatti.

5 Cerotti repellenti

Esistono in commercio parecchi cerotticreati apposta per combattere l’attacco delle zanzare. 

Scegliete dunque quello che vi sembra il più convincente e cospargetevi di cerotti, attaccandone dappertutto come se foste caduti dalla bicicletta sull’asfalto. L’estetica forse ne risentirà ma potrete dire addio al prurito.

6 Olii essenziali da ambiente o sul corpo

Abbiamo visto come le zanzare sono sensibili agli odori. 

Esistono moltissimi olii essenziali che si dimostrano particolarmente sgraditi a questa specie, ad esempio la lavanda, il limone, il Tea-Tree oil, la citronella, l’olio di Neem, la menta piperita e il geranio. 

Bastano poche gocce per un effetto strabiliante.

Potete diluirne un paio in vasi da posizionare vicino alle finestre oppure miscelarne qualche goccia con olii emollienti che facciano da base (l’olio essenziale puro potrebbe irritare la pelle se non mescolato all’olio di oliva o di mandorle dolci) e spalmarli sulla pelle come una crema anti-zanzare. 

Per un effetto freschissimo, diluite un po’ di lavanda in acqua frasca e scioglietevi dentro qualche scaglia di sapone di Marsiglia.

7 Piante anti-zanzare

Prima ancora di usare gli olii essenziali ricavati dalle piante, perché non andare alla fonte e servirci proprio delle piante? 

Ne esistono tantissime con il magico potere scaccia-mosquito: menta, basilico e lavanda sono perfette e assicurano un bouquet odoroso che agli esseri umani invece piace assai. 

La catambra, invece, risulta senza profumo alle nostre narici ma emana un odore terribile per le zanzare. Quindi facciamole mettere radici!

8 Bat-box per pipistrelli

Il predatore numero uno delle zanzare è il signore delle tenebre: il pipistrello. 

Fatevi amici due o tre pipistrelli, accogliendoli in una bat-box da installare in giardino. 

Bisogna appenderle ad almeno 4 metri da terra, badando bene di posizionarle in zone poco illuminate di notte.

Ovviamente, il punto chiave di questo punto è che non abbiate paura dei pipistrelli più che delle zanzare.

9 Rimedi omeopatici: il Ledum Palustre

Per chi crede ciecamente nell’omeopatia, faccia incetta di Ledum Palustre in erboristeria e incominci subito ad assumerne i globuli. 

Pare che renda l’odore del sudore sgradevole alle zanzare, facendole così allontanare.

10 Abiti di colore chiaro e niente birra

Alcune ricerche hanno dimostrato chela zanzara è come il toro: attratta inesorabilmente dal colore rosso. 

Sarà perché è quello del sangue di cui va ghiotta, sarà perché si tratta della tinta più squillante della tavolozza cromatica e quindi della più attraente, fatto sta che vestirsi di rosso non è affatto una buona idea tra luglio e agosto. 

Ma nemmeno di nero o di blu: dabandire sono tutti i colori scurimentre si dovrebbe optare solo per nuance tenui come il bianco, il beige e l’azzurrino. 

Purtroppo gli studi hanno dimostrato un’altra dura verità, durissima per chi ama questa bevanda dorata: la birra aumenterebbe l’appetibilità della vittima delle zanzare.

Quindi nelle sere d’estate evitatela. Grazie al cielo l’Oktoberfest è a ottobre!

Tutti falsi rimedi per le zanzare ?